Prestiti flessibili

Prestiti Flessibili

Molte banche, per assecondare le esigenze dei propri clienti, hanno iniziato a orientare le loro proposte verso una maggiore personalizzazione dei finanziamenti. Sono nati così i prestiti flessibili che prevedono modalità di rimborso in linea con le possibilità del debitore.

I vantaggi che questi prestiti offrono sono tre: saltare una rata e posticiparne il rimborso, modificarne l’importo ed estinguere anticipatamente il finanziamento.

Saltare una rata

Questa opzione permette di saltare una o più rate, stabilendo di rimandare il pagamento alla fine del finanziamento. A seconda dell’importo del prestito ci sarà un numero massimo di volte in cui è possibile usufruire del servizio. Inoltre la richiesta può essere fatta solo dopo il pagamento di almeno 3 rate dall’apertura del credito e tra lo spostamento di due rate deve intercorrere un lasso di tempo che va da 6 a 12 mesi.

Con questa soluzione, il debitore non incorre in penali, ma si verifica un lieve aumento dei costi; dato che una o più rate sono state posticipate, la durata del finanziamento aumenta e di conseguenza aumenterà, sia pur di poco, anche il monte interessi.

Modificare l’importo della rata

Entro determinati limiti, è possibile modificare l’importo della rata a proprio piacimento a seconda delle possibilità economiche. Solitamente l’importo viene diminuito a causa di spese impreviste o situazioni di crisi economica; altre volte invece, in casi di eccesso di liquidità, l’importo può essere aumentato, riducendo così la durata complessiva del finanziamento.

É possibile fare richiesta di cambio d’importo dopo il pagamento di almeno 3 rate del prestito e devono intercorrere almeno 6 mesi tra un cambio e l’altro.

Estinzione anticipata del finanziamento

Vi è infine la possibilità di estinguere anticipatamente il finanziamento senza dover pagare alcuna penale sul capitale residuo. L’opzione è utile nel caso si disponga di una liquidità tale da rendere possibile la chiusura del finanziamento. L’estinzione può essere utile anche quando si voglia aprire un nuovo mutuo e si voglia cessarne uno già richiesto.

Anche in questo caso ci sono delle tempistiche da rispettare; infatti alcune banche prevedono tale possibilità solo dopo 18 mesi dalla firma del contratto di finanziamento.

Ad ogni modo, con i tassi di interesse di questo periodo, il consiglio è sempre quello di conservare la liquidità per qualsiasi esigenza, continuando a rispettare il contratto di finanziamento in corso con la banca ovvero sostituirlo/rinegoziarlo per aggiungere altre liquidità, per allungare la durata o per migliorare il tasso.

Se hai richiesto un prestito o hai intenzione di farlo e vuoi essere aiutato a fare la scelta più giusta per te, Affidati ai nostri Personal Broker: loro saranno a tua disposizione per qualsiasi consulenza finanziaria e per aiutarti a fare la scelta giusta.